Mitosi e meiosi sono i due processi attraverso i quali avviene la riproduzione cellulare negli organismi eucarioti (gli organismi che presentano cellule con un nucleo isolato dal resto della cellula per mezzo di una membrana, a differenza dei procarioti). Attraverso tali processi le cellule possono duplicarsi e trasmettere il proprio genoma alle cellule figlie.

Le fasi del processo di mitosi

Con il processo di mitosi si giunge alla divisione della cellula madre in due cellule figlie, che risultano identiche fra loro e alla cellula madre. La mitosi è un processo di riproduzione asessuata e si verifica in tutte le cellule somatiche dell’organismo, cioè tutte le cellule che non hanno funzione riproduttiva, e nelle cellule germinali allo stadio di immaturità.

Per far in modo che ciò avvenga, si ha un’iniziale duplicazione del DNA della cellula madre.

Nella prima fase della mitosi, la profase, il DNA si organizza in cromosomi, ognuno dei quali è formato da due cromatidi fratelli, identici fra loro. I cromatidi fratelli sono uniti fra loro in un’area, il centromero, attorno al quale si trova il cinetocoro, una struttura dalla quale si dipartono delle fibre, le fibre del fuso, che consentono il trasporto dei cromosomi all’interno della cellula.

A seguito della disintegrazione della membrana nucleare, i cromosomi si attaccano alle fibre del fuso per mezzo dei loro cinetocori (prometafase) e durante la metafase vengono così trasportati verso l’equatore della cellula, ossia in posizione centrale. Nel corso dell’anafase i cromatidi fratelli si separano, generando così due cromosomi figli che migrano ai poli della cellula madre, ovvero alle estremità opposte.

A fine mitosi, durante la telofase, intorno ai due gruppi di cromosomi figli che si trovano ai poli opposti si forma una nuova membrana nucleare. In fase di citodieresi si genera poi un strozzatura al centro della cellula madre, che consente la suddivisione in due del citoplasma e determina così la formazione delle due cellule figlie. La cellula madre a questo punto cessa di esistere.